Quindici – “LA MATTANZA”

Titolo: “La mattanza”
Anno: 2015
Dimensioni: 260 x 180 cm
Tecnica: Acrilico su iuta.

 

 

 

 

La mattanza è un antichissima tecnica di pesca del tonno rosso, sviluppatasi nel corso dei secoli in particolare nella parte Ovest della Sicilia.

L’autore racchiude, in questa opera a piani sovrapposti, tutte le fasi della pesca del tonno, a partire dalla preparazione delle reti da parte delle donne con ago e filo in primo piano (sulla destra del quadro) fino alla vera a propria caccia al tonno, accerchiato da 3 imbarcazioni e ucciso sanguinariamente da 2 pescatori armati di lancia (sulla sinistra del quadro).

In questa opera si fondono storia e tradizione. Nella società matriarcale siciliana la donna assume un importanza fondamentale. La donna è rappresentata come anello di congiunzione centrale tra la fase di preparazione delle reti (a destra) e la fase di attacco alla pesca (a sinistra). La donna, oltre che nella zona centrale del dipinto impegnata nella tessitura delle reti con la mano sinistra e nella consegna all’uomo delle reti appena cucite con la mano destra, evidenzia la sua importanza nel dipinto anche grazie alla presenza di un “fico d’india scomposto”, simbolo dell’attaccamento della donna mediterranea alla propria terra. Per l’Autore la donna e la sua terra si fondono in una sola rappresentazione artistica.

L’uomo, rappresentato in questa opera da Cesare Catania armato di lancia, si distingue per dinamismo nei movimenti e per ferocia (vedasi rete insanguinata).