Fonte: La Voce di NY

articolo estratto dalla sezione
Press Internazionale

Nazione: STATI UNITI

Fonte: La Voce di NY

estratto articolo ufficiale:

La pandemia del Covid-19 e l’impulso creativo: ora abbiamo bisogno di arte più che mai

Intervista all’artista e ingegnere Cesare Catania che unisce scienza e arte e rifugge le riproduzioni commerciali

Quando ho capito che la passione artistica poteva trasformarsi in un lavoro, beh, è ​​stato uno “shock” per la mia vita … Così come un ingegnere scompone e analizza il problema prima di ricomporre un processo volto a dare una soluzione, così nello stesso il modo in cui l’artista produce un’opera artistica dopo aver “scomposto i suoi sentimenti” e dopo averli analizzati e filtrati, rallentati nel tempo, focalizzati trasportati da essi.

Quando ho capito che la passione artistica poteva trasformarsi in un lavoro, beh, è ​​stato uno “shock” per la mia vita … Così come un ingegnere scompone e analizza il problema prima di ricomporre un processo volto a dare una soluzione, così nello stesso il modo in cui l’artista produce un’opera artistica dopo aver “scomposto i suoi sentimenti” e dopo averli analizzati e filtrati, rallentati nel tempo, focalizzati trasportati da essi.

“Jazz Trio”

Cesare Catania, pittore, scultore e ingegnere civile, nato a Milano nel 1979, unisce la sua visione artistica al suo talento di ingegnere, credendo fermamente che scienza e arte siano inscindibili. Le sue sculture raffigurano in particolare questa combinazione, dove Catania sfrutta il potere delle risorse della natura e crea opere eleganti basate su questa sintesi scientifica e artistica. In questa breve intervista Catania discute il mondo dell’arte di oggi e le fonti della sua ispirazione così come i suoi processi. Parla anche della sua passione per New York e della pandemia del 2020, non solo di come ha influenzato il mondo dell’arte ma dell’umanità in generale.

Cesare Catania ha ricevuto numerosi riconoscimenti durante l’arco della sua carriera: ad esempio, il XXIII Scambio Culturale Internazionale d’Arte (2016 – Roma – Palazzo Maffei Marescotti). Inoltre è stato selezionato per rappresentare la sezione Arte durante “La Settimana Internazionale della Lingua Italiana”, evento patrocinato dal Presidente della Repubblica, dal Ministero degli Affari Esteri italiano, dalle Ambasciate della Confederazione Svizzera e dell’Associazione Italiana Consolato.

Il 25 gennaio 2021 a causa della pandemia, Cesare Catania parlerà virtualmente, tramite Zoom all’AOTA, “Artists Talk on Art”, organizzazione di forum di artisti di New York fondata nel 1975.

Come artista, qual è la tua filosofia di creazione?

“Ho creato per almeno 25 anni, durante l’adolescenza, il college e ora da adulto. Sono un artista autodidatta, quindi la mia convinzione principale è che la capacità di creare sia qualcosa con cui siamo nati. Direi che la giocosità dell’uso dei materiali proviene dalla mente e dal cuore del mio bambino interiore. Il principio del piacere è molto forte in me; quindi, creo prima per godermi la mia espressione sensoriale, che non conosce confini e non è autocosciente. Le persone sono attratte dalle opere d’arte che dimostrano questa qualità di spirito libero. I miei fan sono attratti dal mio lavoro perché risponde al loro bisogno di sentirsi liberi nei loro pensieri e forse nel modo in cui vivono le loro vite “.

In che modo il tuo desiderio di creare è stato influenzato dalla pandemia di quest’anno e come ha influito sulla tua attività?

“La mia voglia di creare è ancora più forte che mai. Quando sono solo, nel silenzio perfetto del mio studio e dei materiali con cui lavorare, non ho equipaggiamento protettivo e mi alzo al di sopra del tempo in cui vivo, trascendente la realtà attuale e il mondo che mi circonda. In realtà, penso che la mia voglia di creare sia ancora più potente ora ed è decollata in modo tale da diventare una sorta di ribellione contro tutte le restrizioni governative in atto in questo momento. Quindi, quando sono al sicuro della mia privacy, rilascio tutto lo stress represso dagli eventi contemporanei e spingo il blocco fuori dal mio sistema.

In termini di affari, i miei clienti abituali hanno bisogno di arte più che mai. Acquistare arte in questo momento specifico è una zattera di sicurezza per l’anima, gli occhi e il cuore delle persone poiché l’arte sembra mantenere vivo l’amore e la speranza nella loro esistenza mentre porta energia positiva nelle loro case “.

In che modo la pandemia ha cambiato la tua visione della vita?

 

“Desidero che l’arte contemporanea diventi di nuovo eccitante non solo per ciò che rappresenta sulla tela, ma anche per ciò che significa” dietro la tela “. La cosa principale è che ci troviamo tutti insieme. Il mio sogno è che a tutti venga naturale aiutarci a vicenda a ricostruire la società e che riusciamo attraverso una natura cooperativa liscia che troviamo dentro di noi ”.

Come convivono dentro di te l’ingegnere e l’artista?

“Ho iniziato ad avvicinarmi all’arte già da bambino. La passione per l’arte è cresciuta negli anni; così come la passione per l’ingegneria. La predisposizione a produrre opere artistiche invece è innata. E quando ho capito che la passione artistica poteva trasformarsi in un lavoro, beh, è ​​stato uno “shock” per la mia vita. Negli anni ho capito che la formazione ingegneristica mi ha sicuramente favorito. Proprio come un ingegnere analizza e analizza il problema lem prima di ricomporre un processo volto a dare una soluzione, così allo stesso modo l’artista (almeno questo è quello che succede a me) produce un’opera artistica dopo aver “scomposto i suoi sentimenti” e dopo averli analizzati e filtrati, ha rallentato giù nel tempo, concentrato trasportato da loro. In questo senso, quindi, l’artista in me era certamente favorito da una innata sensibilità ma al tempo stesso fu educato dal proprio percorso accademico, percorso che certamente insegnò a un giovane che voleva ‘giocare con i colori’ quali sono i regole per esprimere al meglio la tua individualità. “

Che legame c’è tra te come artista e la città in cui vivi?

“La produzione artistica vera e propria è nata per me più come una forma di introspezione, quindi scollegata dalla città o dalle città dove trascorrevo più spesso il mio tempo. Invece era più connesso ai miei sentimenti, e in questo senso si può dire che il mondo intorno a me ha potuto condizionare le mie prime espressioni artistiche. Negli anni ho imparato a canalizzare le mie attenzioni e le mie ispirazioni anche verso il mondo che mi circonda. A questo punto, quindi, si è creato un legame indissolubile tra la mia ispirazione artistica e il luogo in cui si è sviluppata.

Qual è l’aspetto più gratificante per te dell’essere un artista?

“Sicuramente la sensazione di libertà. E questo non solo in riferimento al proprio stato d’animo ma anche in riferimento alla propria attività professionale. Non c’è niente di più bello per un artista che pensare che le proprie emozioni possano essere trasformate in lavoro. Non è solo una questione di soldi. È la possibilità di poter produrre creazioni artistiche in modo liberato, libero da vincoli. “

Qual è la difficoltà maggiore che hai incontrato come artista?

“Diciamo che le principali difficoltà sono legate al fatto che la società moderna non facilita la pura espressione artistica, ma favorisce la standardizzazione dei processi e la normalizzazione delle figure professionali. In pratica, questo significa che il gallerista seleziona le opere da esporre non solo in base ai meriti del corpo di lavoro dell’artista, ma in base alla sua capacità di riprodurlo, in particolare per la scultura. Negli ultimi anni sono stati proposti sul mercato “pezzi di design” come “opere d’arte”, progetti che favorivano una facile riproduzione tramite algoritmo e che, per di più, erano molto facili da replicare a livello industriale. Tutto questo è stato calcolato per raggiungere il giusto margine di guadagno a tutti gli anelli della filiera artistica. Fortunatamente, i clienti che prima dicevano ‘… non sono molto esperto di arte contemporanea …’ ora invece vanno nei musei e seguono il mondo dell’arte non solo per quello che viene loro presentato ma anche con spirito critico. E in questo il COVID e le mostre online hanno sicuramente aiutato, nel senso che hanno portato le persone ad avvicinarsi all’arte contemporanea con spirito critico ”.

Qual è stata la tua impressione sulla scena artistica di New York?

“Inutile dire che un amante dell’arte non può fare a meno di emozionarsi a New York. Una città che dopo gli anni ’20 ha saputo mostrare e insegnare al resto del mondo quella che oggi è riconosciuta come arte contemporanea. È una città di emozioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di ossimori, di contraddizioni, la città dove tutto è ‘normale’, dove di giorno ognuno ha la propria vita, mentre la sera, quasi magicamente, culture diverse si incontrano per creare lo stesso tipo di scambio culturale che gli artisti di solito cercano quando mirano a uno scambio di energia e alla miscelazione artistica “.

Fonte ufficiale:
https://www.lavocedinewyork.com/en/arts/2021/01/11/the-covid-19-pandemic-and-the-creative-urge-now-we-need-art-more-than-ever/

ed ora torna a scoprire tutto sugli estratti di stampa internazionale riferiti all'arte di Cesare Catania

Torna alla sezione Press Internazionale

Cosa dice la stampa internazionale
sull'Artista e sulla sua arte?

... e adesso
scopri le altre opere d'arte
di Cesare Catania ...

oppure entra direttamente qui sotto nelle altre categorie
e scopri subito altre opere d'arte dell'artista Cesare Catania:
dipinti olio su tela e in acrilico,
quadri scultura tridimensionali,
sculture,
arazzi olio su tela e in acrilico,
bozzetti,
opere d'ingegno (tra cui scultura monumentale e opere di architettura)
Dipinti di arte contemporanea di Cesare Catania

dipinti

arte contemporanea

quadri-scultura

Arte contemporanea

sculture

arte contemporanea

arazzi

arte contemporanea

bozzetti

arte contemporanea

opere di ingegno

arte, ingegneria e architettura

... e se vuoi sapere tutto sulle sue
"opere più popolari"
scorri lo slider qui sotto ...

Opera: “Il Cuore della Terra – B Version”
“... la polvere di marmo dalla Terra e i frammenti di meteorite dall'Universo ...”
Opera: “Autoritratto”
“... in questa opera d'arte Cesare Catania mostra tutti gli ossimori presenti nella sua personalità ...”
Opera: “Arlecchino nella Terra dei Giganti”
“... iperrealismo e surrealismo ...”
Opera: “Il Cuore della Terra – C Version”
“... la forza della Terra ...”
Opera: “L'Uomo che Non Vede”
“... l'uomo è immerso bendato nella società che lo circonda ...”
Opera: “La Bocca dell'Etna – E Version”
“... passione per l'energia dei colori e per l'arte contemporanea ...”
Opera: “Trois Hommes”
“... arte e scienza …”
Opera: “Letture Estive”
“... arte e matematica ...”
Opera: “La Gabbia”
“... quadro e scultura nella stessa opera d'arte...”
Opera: “Il Taglio – A Version”
“... astrazione e arte contemporanea ...”
Opera: “Confusione (Il Taglio Aperto)”
“... arte astratta ...”
Opera: “L'Abbraccio – B Version”
“... tutto inizia da un abbraccio …”
Opera: “Fenicotteri allo Specchio”
“... la metafora dell'essere umano ...”
Opera: “La Bocca dell'Etna – F Version”
“... quando la scultura diventa energia ...”
Opera: “Donna con Libro”
“... amore per i colori ...”
Opera: “La Bocca dell'Etna – A Version”
“... passione per l'arte contemporanea ...”
previous arrow
next arrow
Slider

oppure
torna al menù principale

Shop Online

In questa sezione troverai in vendita alcune tra le principali opere d'arte di Cesare Catania

Biografia dell'Artista

Entra e scopri la Biografia
di Cesare Catania: tutto sulla vita, sulle ispirazioni, sulla sua storia personale

Libri

In questa sezione troverai tutti i dettagli sui libri d'arte scritti dall'Autore

Video

L'arte di Cesare Catania non è mai stata così viva!
Entra e scopri i suoi video tutorial.

Press Internazionale

Cosa dice la stampa internazionale
sull'Artista e sulla sua arte?

Catalogo delle Opere

Sfoglia il catalogo completo
delle sue opere d'arte principali.

Le Ultime Esposizioni

Entra e vivi l'emozione di partecipare alle ultime esposizioni d'arte contemporanea dell'Autore: i video, le foto, gli articoli, le interviste.